Stress e sonno

Alzi la mano chi non si sente minimamente o completamente stressato dalla vita neolitica.
Spero che abbiate tutti le mani lungo i fianchi ma anche a volerci credere direi che è praticamente impossibile. I ritmi di vita attuali sono inconciliabili con il nostro pratimonio genetico.

stressVi spiego brevemente il motivo.
Ai tempo dei nostri progenitori cacciatori-raccoglitori si lavorava molto meno di quanto non lo si faccia oggi.
I ritmi erano molto più sereni sebbene vi fossero molti più rischi di morire o ferirsi a causa degli imprevisti dovuti alla vita di tutti i giorni.
Sebbene non siamo sottoposti a stress che mettono in pericolo la nostra vita, siamo comunque stressati 24 ore su 24.

L’ormone dello stress è il cortisolo.
Siamo predisposti geneticamente per avere il cortisolo molto alto la mattina, in modo da essere piu attivi, e molto basso la sera per conciliare il sonno.stress2
Siamo predisposti geneticamente anche a rispondere a qualsiasi tipo di stress esterno o interno, improvviso o non, che la vita ci riserva. In questo caso rispondiamo con picchi ematici di cortisolo che vengono rilasciati dalle surrenali: necessità di scappare velocemente causa pericolo, digiuno prolungato causa carestia, oppure dolore intenso dovuto magari alla perdita di una persona cara. Questi eventi stressanti, come tanti altri, hanno una caratteristica fondamentale: sono limitati nel tempo. Possono anche essere letali ma, se sopravviviamo, il cortisolo torna sui livelli fisiologici.

Cosa succede invece al mondo d’oggi?
Per farvela breve, i livelli di cortisolo sono generalmente invertiti nel senso che è molto frequente trovare altissime concentrazioni di questo ormone la sera (capita infatti di non riuscire a dormire nonostante la stanchezza) e bassissime la mattina (potremmo assomigliare a degli zombie). Inoltre, oltre ad invertire la circadianeità di quest’ormone, non siamo più sottoposti a stress improvvisi e il nostro cortisolo è praticamente su “livelli di guardia” per tutta la giornata.
Stiamo tutto il giorno immersi in un mare di cortisolo che ci tiene nervosi, irrequieti, superattivi e decisamente superstressati.

Quindi come potete vedere, anche in questo caso, non viene rispettata la nostra biologia e, purtroppo per noi, questa è una brutta notizia, una bruttissima notizia.
bimbo dormeLa privazione di sonno e lo stress dei giorni d’oggi fanno probabilmente danni paragonabili alla cattiva alimentazione.
Il cortisolo cronicamente alto è probabilmente una delle principali concause del vostro aumento di peso poichè determina insulinoresistenza.
E’come se per tutto il giorno voi foste sotto minaccia, un leone che vi rincorre, un inecendio che divampa, oppure una carenza prolungata di cibo. Pensate che queste situazioni siano piacevoli per l’organismo? Per di più ai livelli cronicamente alti di cortisolo dobbiamo aggiungere che effettivamente dormiamo molto poco rispetto ai nostri progenitori i quali andavano a letto al tramonto per risvegliarsi (senza sveglia) all’alba.

Indovinate la deprivazione di sonno cosa determina?
Aumento di cortisolo.
Quindi, così come non sono un personal trainer non sono neppure uno psicologo o qualcosa del genere ma una cosa è certa.
Fatevi un esame di coscienza e verificate se rispettate il vostro organismo da un punto di vista dello stress, una volta appurato che probabilmente siete troppo stressati cercati di trovare dei rimedi. La vita è vostra, non è il caso di rovinarla o addirittura perderla per tutte quelle imposizioni che ci vengono dal mondo in cui viviamo!!!

Cercate di vivere il più possibile uno stile di vita paleolitico…anche ai giorni di oggi si può, basta volerlo!